De Angelis: «La forza del Mister sono i ragazzi»

Le parole di Stefano De Angelis prima della partita contro la Fidelis Andria: «Quando la vittoria non arriva è naturale che mentalmente diventa un problema, ma i ragazzi hanno lavorato estremamente bene da un punto di vista mentale, dopo la prestazione di Pagani i ragazzi erano sfiduciati per il risultato ma non per la partita: si possono giocare male cinque partite e vincerne cinque e l'autostima va a mille, giocarne bene cinque con risultati alterni e chiedersi perché i risultati non arrivino. L'allenamento a porte chiuse è stato soprattutto un incentivo per i ragazzi che devono lavorare liberamente. Stranges? Difficile che si perda, è un ragazzo che sta crescendo ed è andato in Austria (provino col Red Bull Salzburg, ndr) con l'autorizzazione della società: inserire un ragazzo di 16/17 anni con queste condizioni ambientali, però, non sarebbe una scelta azzeccata. L'attestato di stima del Presidente è stato importante: certo, con quei cinque punti in più che avremmo dovuto avere sarebbe stato ancora meglio, ma sono cosciente che la forza del Mister siano i ragazzi e viceversa. Mungo e Criaco sono giocatori che danno tanta intensità, hanno un passo diverso e Criaco ha dimostrato, domenica scorsa, di poter dare un contributo importante alla squadra. Mister Mondonico? Vincerà anche questa partita, è una persona eccezionale e sono sicuro che saprà reagire contro questa squadra infame, sta dando coraggio a tutti con le sue parole. Caccetta oltre che il nostro capitano è un giocatore essenziale nel nostro gioco.»

 

Cerca

news sponsor sidebar agg 090117